Chiude Riabita 2016, oltre 10mila visitatori in tre giorni

Boom di visitatori al Fermo Forum per la seconda edizione di Riabita che ha chiuso i battenti oggi, domenica 13 novembre. Numeri importanti per presenze: oltre diecimila complessive nei tre giorni, con circa la metà nell’ultima giornata. Soddisfatti gli espositori e gli organizzatori: “Abbiamo raggiunto l’obiettivo di porre questa manifestazione al centro dell’interesse delle persone che hanno necessità di costruire, ristrutturare, mettere in sicurezza i propri luoghi di vita -sottolinea Marco Crescenzi, responsabile della Service Promotion– in particolare quelli abitativi e di lavoro. Questo grazie al fatto di essere riusciti a portare a Riabita aziende che per numero, tipologia produttiva e qualità sono state in grado di fornire informazioni, consigli e soluzioni di alto livello tecnico”.
Da qui il ringraziamento alle istituzioni che hanno creduto nella manifestazione, agli ordini professionali e alle organizzazioni di categoria che l’hanno sostenuta con le loro iniziative. Importanti anche i contributi tecnicoscientifici dell’Università di Camerino e della Fondazione ClimAbita. Quest’ultima, oltre ad aver avuto un ruolo di primaria importanza nel coordinamento dell’intera parte convegnistica, e’ stata un punto di riferimento anche a livello espositivo. “Rispetto alla scorsa edizione abbiamo constatato un enorme successo con raddoppio di presenze -dice l’architetto Danilo Colletti, responsabile di ClimAbita per le Marche- e soprattutto abbiamo visto un pubblico interessato e pronto a recepire concretamente i suggerimenti degli esperti, in particolare nei settori del legno, dell’efficientamento energetico e della sicurezza. Qualità e’ stata la parola d’ordine anche di questa edizione”.
Parlando con gli espositori e’ emerso l’interesse dei visitatori verso progetti concreti e molti hanno sottolineato che Riabita e’ l’evento che ci voleva per il rilancio del settore e per avere un “salone” di riferimento di alto livello, non solo per gli operatori. “Le giornate di sabato e domenica sono state molte affollate – dicono all’unisono le aziende presenti- e tante persone ci hanno fatto visita con progetti in mano chiedendo costi e soluzioni concrete per realizzare strutture in legno. E’ stata per noi un’importante occasione di confronto e di promozione.”