SI CHIUDE L’ANTEPRIMA DI RIABITA DEDICATA ALLA RICOSTRUZIONE

“Ricostruire con qualità” sono le parole chiave che chiudono i 3 giorni di seminari, convegni e workshop al Diamond Palace a Porto Sant’Elpidio. Un’anteprima del “salone dell’abitare” che da anni ormai rappresenta il punto di riferimento di maggior rilievo nel campo dell’edilizia nelle Marche e regioni limitrofe.L’iniziativa ha richiamato l’attenzione e il contributo di tecnici ed esperti del settore edilizio, al fine di formare ed informare verso una ricostruzione di nuova generazione.

Sicurezza, super efficienza, eco sostenibilità sono i requisiti necessari per ricostruire e per una rinascita dei territori colpiti dal terremoto, argomento di grande interesse in questo momento. Le aziende che hanno preso parte all’iniziativa, hanno dimostrato di essere preparate nel fornire al “pubblico”maggiormente interessato, soluzioni innovative e nuovi materiali, offrendo una vasta gamma in termini di possibilità e scelta.

Ad impreziosire la manifestazione, la presenza e gli interventi di personaggi illustri: il saluto del Governatore della Regione Marche Luca Ceriscioli e del Vice Presidente Anna Casini, del sindaco della città di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci, del Magnifico Rettore dell’Università di Camerino, partner scientifico di Riabita, Flavio Corradini e Norbert Lantschner, presidente della fondazione ClimAbita, direttamente da Bolzano, il quale ha fornito una panoramica sulle migliori soluzioni ecosostenibili per la costruzione di case a consumo 0 e di concerto con UNICAM, hanno sostenuto l’iniziativa con interesse e convinzione, dando un prezioso contributo alla formazione di architetti, ingegneri e geometri presenti alle giornate di lavoro.

La valutazione delle risorse a disposizione e delle diverse strategie messe in discussione, è stato l’obiettivo primario dell’intera iniziativa per poter garantire un rilancio del territorio e un recupero edilizio per il miglioramento della qualità di vita degli abitanti.La concentrazione mediatica del “quando” avverrà questo recupero è stata spostata sul “come”, sull’impegno e la dedizione di un’equipe che sia ben preparata, di qualità che comprenda tecnici, apparati amministrativi e privati in una collaborazione significativa al raggiungimento di un traguardo comune: ricostruire responsabilmente.

Ed ora, appuntamento all’evento clou di Riabita in programma il prossimo novembre.